Approvate aliquote IMU 2012 per San Michele e Bibione

IMU a Bibione
IMU a Bibione

L’Amministrazione Comunale di San Michele al TagliamentoBibione ha recentemente approvato le aliquote dell’IMU (Imposta Municipale Unica) per il 2012:
4 per mille per la prima casa con le previste detrazioni di 200,00 euro per tutti e di 50,00 euro per ogni figlio convivente sotto i 26 anni
9,8 per mille per la seconda casa e tutti gli altri immobili
2 per mille per i fabbricati rurali

Sono sicuro – ha dichiarato il sindaco Pasqualino Codognotto – che ci saranno modifiche in futuro da parte del governo Monti e noi saremo pronti a recepirle.
Questo primo anno di applicazione è sperimentale, poi quando avremo dati certi potremo portare le opportune modifiche.
In particolare mi riferisco al fatto che al momento non sia stato possibile diversificare tra seconde case e altri immobili.
Abbiamo infatti un’unica aliquota per seconde case, aziende, negozi e terreni agricoli che nel mio Comune hanno valori decisamente diversi, in particolare penso al confronto tra seconde case e terreni agricoli“.

Sul territorio nazionale, la situazione di Bibione è molto particolare, se non unica, per il gran numero di seconde case ed il gettito dell’IMU, con un aliquota che sfiora il 10 per mille su miglia di abitazioni, produrrà al Comune di San Michele al Tagliamento, degli introiti senz’altro importanti.

La nostra aliquota – ammette il Sindaco Codognotto – è piuttosto alta ed il fatto che il gettito derivante sarà in gran parte destinato a Roma è difficile da spiegare ai cittadini.
Dobbiamo tenere gli occhi puntati agli equilibri di bilancio, anche perché dovremo avere qualcosa da parte per aiutare le famiglie che entreranno in crisi nella seconda parte dell’anno“.

Per quanto riguarda la questione degli anziani in casa di riposo, che per legge devono spostare la propria residenza nell’istituto che li ospita, se la casa non è data in locazione, pagheranno L’IMU per la prima casa.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

11 thoughts on “Approvate aliquote IMU 2012 per San Michele e Bibione

  • 30 aprile 2012 at 17:28
    Permalink

    quanto incassa il comune e quanto lo stato?
    sindaco dica la verità a Lei che glie ne frega delle seconde case, i proprietari di queste case mica la votano!!!!

    Reply
  • 1 maggio 2012 at 13:50
    Permalink

    e’ veramente una cosa inaudita ,da vendere la casa già si pagano le immondizie per l’intero anno pur itilizzando la casa per un mese.

    Reply
  • 31 maggio 2012 at 22:52
    Permalink

    Sindaco cominci a farle Lei le prime modifiche lasciando inalterata l’aliquota al 7,6 per mille,che già basta.
    Sono d’accordo con il signore che dice che tanto lei se ne frega, perchè non teme i voti di cittadini non residenti nel suo territorio.

    Reply
  • 6 giugno 2012 at 14:17
    Permalink

    E’ PALESE LA FALSITà E DISONESTà DEL SINDACO DI BIBIONE PERCHè A ROMA VIENE VERSATO MENO DEL 3%………BUGIARDO !!!!!

    Reply
  • 9 giugno 2012 at 12:36
    Permalink

    Complimenti vivissimi al Sindaco Pasqualino. Quale miglior scelta che sfruttare al massimo la più grande risorsa di del Comune, cioè le seconde case?
    Veramente un grande Amministratore, lungimirante e attento ai cittadini (ovviamente solo quelli che gli danno il voto).
    Complimenti ancora e continui così.

    Reply
  • 12 giugno 2012 at 09:43
    Permalink

    Caro signor Sindaco, Le chiedo come mai qui nel comune di Trento e limitrofi hanno mantenuto l’aliquita minima dello 0,786%? E di seconde case qui ce ne sono quasi più che da voi. Forse, i nostri amministratori, sono più preparati nel gestire meglio i nostri “DENARI” o forse siete VOI che li sperperate? E non mi dica che siamo come Provincia “autonomi”. Il comune di Trento non riceve alcun beneficio da tale istituzione. Noi sappiamo gestire forse meglio di voi le persone che vengono in Trentino per villeggiare. Buona fortuna.

    Reply
  • 12 novembre 2012 at 13:29
    Permalink

    a bibione sempre pronti a mungere sulle 2^ case e sui turisti, dai rifiuti agli agguati della polizia municipale nascosta con gli autovelox anche su strade a doppia corsia di marcia, ai parcheggi, quasi tutti a pagamento..siete vergognosi, fa bene la gente a cambiare lidi..SIETE DEI FENOMENI!!!

    Reply
  • 12 novembre 2012 at 15:59
    Permalink

    Complimenti Signor Sindaco per il ragionamento …lungimirante. Altri comuni turistici come il suo fanno di tutto pur di trattenere i turisti. Dal suo ragionamento si intuisce che i proprietari di seconde case devono essere puniti per aver scelto Bibione. Almeno spero che quanto incassato in più con l’IMU con questa aliquota serva per migliorare l’accoglienza a Bibione (Strade dissestate con radici di alberi che alzano il manto su quasi tutte le strade interne in primis …).
    P.S.: Per chi non lo sapesse, aLLO STATO VIENE VERSATO IL 3,8 per mille. Quindi al comune rimarrà ben il 6 per mille-

    Reply
  • 19 novembre 2012 at 10:44
    Permalink

    Con tutte le seconde case l’aliquota imu dovrebbe essere inferiore al 7,6 per mille, invece il sindaco la fissa al 9,8%, la tassa per le squase è astronomica!faccio un paragone:casa di vicenza 285mq x 12 mesi x 2persone resid. 180 euro; monolocale a bibione 40 mq x 4 mesi di occupazione x 1 persona 110 euro!!!!!!!???? ladri!

    Reply
  • 22 novembre 2012 at 19:19
    Permalink

    Non è vero che il maggior gettito è destinato a Roma 3,8 per mille rispetto 6per mille al Comune, per cosa tralaltro, cosa offre Bibione? neanche un una striscia di spiaggia libera visto che di quel poco che è rimasto ogni anno si restringe. Lignano non ha ritoccato le aliquote e offre moltissimo vedi frecce tricolori e manifestazioni con ospiti illustri eccetera, complimenti sindaco almeno se ne stia zitto
    invece di dichiarare fregnacce.

    Reply
  • 20 dicembre 2012 at 14:13
    Permalink

    è vomitevole quello che succede, l’aliquota 9.8 per mille è una rapina autorizzata. Ha ragione mio figlio che dopo l’universita’ scappa via perche dice che il nostro paese è malato. Ha ragione il sindaco è impazzito

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *