Archivio dei tag San Michele al Tagliamento

Sbarramento del sale presso il canale Taglio

Ponte ciclopedonale per collegare Bibione – Brussa e piste ciclabili

Sbarramento del sale presso il canale Taglio

Sbarramento del sale presso il canale Taglio

A breve partirà in località Prati Nuovi, nel Comune di San Michele al Tagliamento, un cantiere che prevede la realizzazione di una pista ciclabile sulla sommità dell’argine dei canali consortili e di una passerella ciclabile sopra lo sbarramento del sale sul canale Taglio anch’esso di proprietà del Consorzio di Bonifica che permetterà di creare un collegamento diretto fra San Michele e Vallevecchia di Caorle (anche conosciuta come Brussa).

Si tratta di un intervento di qualificazione dell’itinerario cicloturistico GiraLagune, che permetterà, da Bibione, di raggiungere la Brussa in poco più di 1 ora , evitando tutto il traffico della strada regionale e le promiscuità con le Strade Provinciali SP 42 (Jesolana) e SP 70(Portogruaro – Brussa), nell’area del Canale dei Lovi.

Il tutto rientra in un progetto di valorizzazione del territorio del Veneto Orientale, tramite lo sviluppo del cosidetto turismo slow, puntando alla mobilità e alla fruizione turistica dolce, in sinergia con altri progetti paralleli simili quali il GiraLemene e il GiraTagliamento, già finanziati con risorse pubbliche.

Il costo complessivo dell’opera è di Euro 222.000,00 ed è in parte finanziato con contributo assegnato in aderenza al bando a regia Azione n. 1 “Itinerari e certificazione” della misura n. 313 “Incentivazione delle attività turistiche” prevista dal Programma di Sviluppo Locale, nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) per il Veneto 2007-2013 – Asse 4Leader.

Il Comune di San Michele al Tagliamento sta ulteriormente ampliando l’attuale rete di piste ciclabili ed entro l’estate saranno realizzati oltre 15 chilometri di nuove piste ciclopedonali

Alcuni cantieri, come la realizzazione della pista ciclopedonale a carreggiate separate lungo via della Luna a Bibione, sono già aperti ed altri partiranno nel breve e medio periodo.

A conclusione dei lavori, una pista ciclabile di oltre 35 km. percorrerà tutto il territorio comunale, dal Faro di Bibione fino a Villanova della Cartera, creando un percorso lungo il Tagliamento per gli amanti della natura e dello sport all’aria aperta ed una nuova corsia ciclabile collegherà la zona residenziale di San Giorgio al Tagliamento con l’esistente pista ciclopedonale di via Nazionale.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
AVIS

48° Festa del Donatore per l’AVIS di San Michele al Tagliamento,

AVIS

AVIS

L’AVIS “Italo Fantin” di San Michele al Tagliamento festeggia questa domenica, 6 Aprile 2014, la 48° Giornata del Donatore.
La cerimonia inizierà alle 09.30 con il raduno di soci in Piazza Galasso e la formazione del corteo che sfilerà verso la chiesa per la deposizione di un cesto di fiori al monumento dei donatori, cui seguirà la celebrazione della Santa Messa.
Alle 11.30 il ritrovo sarà presso l’Area festeggiamenti di San Giorgio al Tagliamento per la premiazione dei donatori benemeriti.
Seguirà il pranzo sociale. Musica dal vivo.

Per info e prenotazioni:
Cristina tel. 347 0874337
Cristian tel. 335 6977303
e-mail: avissanmichele@libero.it
Web: www.avissanmichele.org
Facebook: www.facebook.com/amico.sangue

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Zanzara tigre

Lotta alle zanzare a Bibione e San Michele al Tagliamento

Zanzara tigre

Zanzara tigre

Nella lotta contro la diffusione e proliferazione delle zanzare (in particolare la fastidiosa zanzara tigreAedes albopictus” che determina disagi tali da condizionare l’uso degli spazi aperti), il ruolo dei comuni è determinante ma poichè la disinfestazione delle sole aree pubbliche, che rappresentano solo una percentuale ridotta del territorio, non basta è necessario integrare tale azione con il contributo dei singoli cittadini, adottando corrette norme di comportamento negli ambienti privati e/o condominiali.

Per questo il comune di San Michele al Tagliamento/Bibione ha messo online un vademecum con le indicazioni sui comportamenti da tenere.

A partire dal mese di Aprile inoltre il Comune mette gratuitamente a disposizione dei kit larvicidi, fino ad esaurimento, per i residenti e possessori di seconde case.

Ordinanza n. 4 del 25/03/2014 (436.2 KB): http://www.comunesanmichele.it/flex/cm/pages/ServeAttachment.php/L/IT/D/0%252Fc%252Fd%252FD.b6ff808a0327d363fd40/P/BLOB%3AID%3D101

Vademecum lotta alle zanzare (1.38 MB): http://www.comunesanmichele.it/flex/cm/pages/ServeAttachment.php/L/IT/D/a%252F9%252Fa%252FD.9b2fbe0da6f58aea1371/P/BLOB%3AID%3D101

Pieghevole lato A lotta zanzare ULSS Regione Veneto (1.22 MB): http://www.comunesanmichele.it/flex/cm/pages/ServeAttachment.php/L/IT/D/d%252Fc%252Fe%252FD.dbd788c85244f2410b9e/P/BLOB%3AID%3D101
Pieghevole lato B lotta zanzare ULSS Regione Veneto (736.68 KB): http://www.comunesanmichele.it/flex/cm/pages/ServeAttachment.php/L/IT/D/7%252Fe%252F3%252FD.95130bc271426e513ab7/P/BLOB%3AID%3D101

La zanzara tigre
Originaria del Sud-est asiatico, la zanzara tigre si è diffusa anche in Italia a partire dagli anni ’90, a seguito dell’importazione di copertoni usati contenenti larve dell’insetto.
L’insetto adulto ha un corpo nero con striature trasversali bianche sulle zampe e sull’addome e con una riga bianca che si prolunga dal capo al dorso.
E’ attiva, con variazioni dovute al clima, da aprile a ottobre.
Prolifera e si diffonde facilmente (bastano piccoli ristagni d’acqua).
È presente soprattutto in luoghi aperti al riparo, negli ambienti freschi e ombreggiati, soprattutto tra l’erba alta, le siepi e gli arbusti, ma anche all’interno delle abitazioni.
È molto aggressiva. Punge anche in pieno giorno, soprattutto nelle ore fresche e all’ombra.
Prende di mira in particolare gambe e caviglie, procurando gonfiori pruriginosi.
È particolarmente attratta dagli indumenti di colore scuro e dai profumi ed è in grado di pungere anche attraverso la stoffa di abiti leggeri.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Mini Imu 2014

Mini Imu a San Michele al Tagliamento e Bibione

Mini Imu 2014

Mini Imu 2014

Fra pochi giorni, il 24 Gennaio 2014, scadono i termini per il pagamento della cosidetta “MINI-IMU“, ovvero l’imposta residuale che “solo” i proprietari delle prime case dovranno pagare se risiedono in uno dei comuni italiani che hanno previsto un’aliquota più alta del quattro per mille fissata dallo Stato. Ne saranno interessati oltre 2.000 comuni e circa 10 milioni di italiani.

Ecco la situazione a San Michele al Tagliamento e Bibione secondo l’aggiornamento caricato sul sito del Comune il alcuni giorni fa.

Quanto costerà la Mini Imu a San Michele al Tagliamento – Bibione  ?

Per il Comune di San Michele al Tagliamento – Bibione, come riportato dal sito del Comune sono coinvolte le seguenti tipologie di immobili:

1) Terreni agricoli, anche se non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola;

2) Alloggi regolarmente assegnati dagli IACP o da altri Enti di edilizia residenziale pubblica.

Per i i quali si dovrà pagare entro il 24 gennaio 2014, una somma pari al 40% della differenza tra l’IMU calcolata con l’applicazione dell’aliquota deliberata dal Comune per il 2013 (0,98% come da delibera di Consiglio Comunale n. 23 del 30/04/2013) e l’IMU calcolata con l’applicazione dell’aliquota base statale (0,76%).

Quanto costerà la Mini Imu ai proprietari di abitazioni di residenza (prima casa) a San Michele al Tagliamento Bibione ?

Il Comune di San Michele al Tagliamento ha mantenuto l’aliquota del 4 per mille indicata dalla legge-base del 2011 (il “Salva Italia”) quindi in questa situazione NON è dovuto alcun conguaglio il 24 gennaio 2014.

Quanto costerà la Mini Imu ai proprietari di seconde case a San Michele al Tagliamento Bibione ?

Anche in questa situazione NON è dovuto alcun conguaglio il 24 gennaio 2014.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Asparago bianco di Bibione

Progetto turismo rurale per San Michele al Tagliamento e Bibione

Asparago bianco di Bibione

Asparago bianco di Bibione

E’ stato avviato un progetto di “turismo rurale” tramite il quale i 5 comuni capifila del progetto, San Michele al Tagliamento-Bibione (enogastronomia e l’asparago bianco di Bibione), Caorle (ambiente vallivo), Concordia Sagittaria (scavi archeologici), Jesolo (turismo fluviale) e Cavallino (cicloturismo), avranno a disposizione un contributo di 540.000 euro da destinare alla valorizzazione del territorio.

Faranno parte del progetto altri 11 comuni del Veneto Orientale, ognuno con le proprie peculiarità, fa cui Cinto Caomaggiore (via del pane), Pramaggiore e Annone Veneto (vini DOC), Gruaro (aree naturalistiche di Boldara), Fossalta di Portogruaro e Teglio Veneto (strade del Nievo), Portogruaro (centro storico e musei), Ceggia e San Stino di Livenza (archeologia).

Potrebbe essere anche un opportunità per rendere più interessanti ed attrattive per il turista tutte quelle feste e sagre paesane che generalmente coinvolgono solo gli abitanti del luogo e dei comuni limitrofi.

Ci siamo messi tutti in rete, – ha dichiarato Pasqualino Codognotto, Sindaco di San Michele al Tagliamento-Bibione e coordinatore del progetto – per dare un nuovo impulso all’offerta turistica che parte dalle spiagge ma che si sviluppa nel nostro entroterra ricco di ambiente storia cultura e tradizioni.
Vogliamo che il territorio si racconti in ogni periodo dell’anno, in cui la bassa sarà invece l’altra stagione grazie all’ospitalità degli agriturismi, all’ambiente naturale e ai siti ricchi di
antiche memorie storiche.
Insieme per la prima volta, 16 comuni che hanno investito risorse ed energie affinchè la “terra dei dogi” possa essere conosciuta in tutta la sua suggestiva bellezza“.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail