Archivio dei tag San Michele al Tagliamento

SMS - Sistema Municipale di Sicurezza

Nuovo sistema di sicurezza per Bibione

SMS - Sistema Municipale di Sicurezza

SMS – Sistema Municipale di Sicurezza

Dal 1 Gennaio 2015 sarà attivo a San Michele al Tagliamento e frazioni (quindi anche a Bibione) un nuovo ed innovativo servizio per la sicurezza urbana.

Si tratta di un sistema di allertamento via SMS, tramite un numero di cellulare messo a disposizione dal Comando di Polizia Locale, che potrà essere utilizzato dalla popolazione e dai turisti sia per segnalare delle situazioni sospette, sia per ricevere informazioni utili dal Comando stesso.

Il numero per ricevere ed inviare SMS sarà: 366 58 24 698.

Attenzione!!! non sarà un servizio di emergenza né una utenza dove chiamare.
In caso di situazioni di pericolo o di emergenza sarà necessario chiamare i già conosciuti numeri di pronto intervento.

Il servizio, ideato dal Comandante Andrea Gallo, è stato denominato “S.M.S.” che significa “Sistema Municipale di Sicurezza“.

“Il nuovo servizio, che sarà attivo dal prossimo 1 gennaio, – spiega Gallo al quotidiano La Nuova Venezia – non fa altro che mettere in rete ogni informazione utile per la sicurezza urbana, in particolare per contrastare in questo periodo il problema dei furti.
Chiunque con un sms può segnalare alla polizia locale movimenti sospetti ed ogni situazione che possa destare interesse per la polizia locale.
Non solo. Spesso, vuoi per la mancanza di tempo, vuoi per l’esiguità dei danni subiti, il cittadino non denuncia il tentativo di furto o il danno subìto: con questo sms potranno essere segnalati anche questi episodi perché nessuna informazione possa essere lasciata cadere nel vuoto.
L’obiettivo è creare una rete reciproca cittadino-istituzioni di informazioni che incrementi gli standard di sicurezza“.

Per chi lo vorrà sarà anche possibile ricevere dal Comando messaggi di allertamento sempre sulla sicurezza.

Saranno degli sms di promemoria – continua Gallo – per non dimenticare semplici accorgimenti per evitare brutte sorprese, come il tenere una luce accesa quando si è assenti, controllare che le porte siano ben chiuse o avvisare i vicini di un’assenza prolungata“.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Bibione, il faro di Punta Tagliamento

Progetto “Bibione 5 aquae” all’esposizione Aquae Venezia 2015

Bibione, il faro di Punta Tagliamento

Bibione, il faro di Punta Tagliamento

“Bibione 5 aquae” è il nuovo brand con cui Bibione parteciperà, con un proprio stand espositivo, all’esposizione Aquae Venezia 2015 che si terrà dal 3 maggio 2015 al 31 ottobre 2015. Il progetto ed il nome puntano a valorizzare il grande patrimonio naturalistico della località balneare veneta, racchiuso da forme d’acqua dalle caratteristiche diverse ma complementari tra loro: dall’acqua fluviale a quella marina, dall’acqua lagunare e della Litoranea veneta a quella termale. Il progetto “Bibione 5 aquae”, pur nascendo con una vocazione turistica, non può prescindere dal suo aspetto prettamente scientifico legato al fenomeno dell’erosione costiera, di quel tratto di sabbia finissima e dorata che confina con il fiume Tagliamento, l’ultimo fiume alpino ancora allo stato naturale che se da una parte esercita un’azione di erosione della sabbia, dall’altra è ancora in grado di produrne, nelle acque del mar Adriatico, grandi depositi naturali dove poterla recuperare. “E proprio sulle modalità di recupero della sabbia, – spiega Vania Prataviera, Presidente della Bibione Spiaggia Srl – è nato il progetto del sabbiodotto i cui lavori di realizzo partiranno nel mese di febbraio 2015. Un’opera fondamentale che con la Regione Veneto, il comune di San Michele al Tagliamento e i concessionari di spiaggia, ci ha visti seduti allo stesso tavolo per firmare un protocollo d’intesa che porterà ad interventi di ripascimento del litorale ad impatto ambientale zero, operando nel completo rispetto del nostro patrimonio naturalistico.” E’ proprio nell’aver individuato una soluzione concreta e scientifica al problema dell’erosione che è nata la possibilità di partecipare all’esposizione collaterale all’EXPO, Aquae Venezia 2015, raccontando Bibione come un’isola circondata da cinque acque che regalano scenari naturalistici unici, partendo proprio dal Tagliamento, fiume dalle biodiversità uniche che hanno suscitato l’interesse dell’Unesco, che sfocia nel mar Adriatico, in quelle acque salate che, verso ovest, si intrecciano con quelle salmastre della laguna e della Litoranea veneta, idrovia che segna il confine con l’entroterra di Bibione, lo stesso dove sgorgano naturali le acque termali.

Fenicotteri a Bibione

Fenicotteri a Bibione

“Microcosmi fatti di acque e luce, di voli di aironi e fenicotteri, dai ritmi placidi, – conclude Vania Prataviera – per nulla lontani dalla spiaggia e dalle frizzanti vie del centro. Luoghi straordinari che meritano di essere scoperti e visitati perché in grado di stupire e sorprendere grazie alla loro costante mutabilità. Senza dimenticare che le nostre acque, unitamente al patrimonio naturalistico e al polo turistico, vantano la certificazione ambientale EMAS dal 2002, data in cui Bibione risultò il primo polo turistico, a livello europeo, ad ottenerla. Con la partecipazione all’esposizione Aquae Venezia 2015 desideriamo quindi trasmettere e condividere la soluzione adottata per contrastare l’erosione costiera e, contestualmente, consolidare forme di un turismo slow ed ecosostenibile, in linea con le politiche di salvaguardia ambientale attuate sino ad oggi”.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Bibi

Conferenza stampa presentazione #Bibione4love

Bibi

Bibi

Questa mattina alle ore 11.00 ai casoni di Bibione si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione del progetto social #Bibione4Love, una campagna di marketing che attraverso una serie di iniziative intende promuovere Bibione come destinazione a misura di famiglia e di bambino.

Erano presenti oltre ai rappresentanti delle autorità (Comune, Regione, consorzio Bibione Live, bibione.com), i rappresentanti della carta stampata e del web.

Il luogo scelto, per chi conosce l’entroterra di Bibione, i casoni, la laguna, … era a dir poco favoloso !

Ha aperto la conferenza stampa Moreno Teso, Consigliere Regionale, che ha sottolineato il periodo difficile che sta vivendo il
turismo, auspicando una sempre maggiore integrazione fra pubblico e privato e la necessità di promuovere e valorizzare insieme a Bibione anche l’entroterra e la natura che lo circonda (senza andare lontano basti pensare ai casoni, la laguna, la Vallesina e la Valgrande)

Ha proseguito Gianni Carrer, vicesindaco del Comune di San Michele al Tagliamento, portando i saluti dell’amministrazione ed evidenziando la bontà del progetto e la necessità di trovare sempre nuove formule di promozione utilizzando al meglio “internet, mezzo democratico ma spietato”.

Ha poi preso la parola Giovanni Mazzarotto, presidente del consorzio di promozione turistica “Bibione Live” che ha spiegato l’iniziativa che è di fatto un azione di marketing sperimentale dove il punto di partenza sono le famiglie con bambini, il target tipo di Bibione.
Sono stati analizzati i bisogni, i motivi di scelta e le emozioni di un potenziale turista di Bibione e si è deciso di utilizzare la multicanalità per trasmettere l’immagine della vacanza a Bibione come momento di valorizzazione e di crescita dei valori della famiglia.
Saranno invitati opinion leaders, bloggers e personalità del web e social (Twitter e Instagram) sia italiani che stranieri da Autria e Germania cui mostrare una Bibione che non è solo mare, sabbia, ombrellone e belle camere di hotel per poter creare contenuti da riversare online ed offline.

Silvio Scolaro, Presidente di BibioneOnline, ha sottolineato che l’aspetto social dell’evento non si è concentrato solo sul web ma ha coinvolto il territorio e considerando che è dedicato ai bambini si è partiti proprio dalle scuole.
Ha ricordato i 2 giorni di formazione che si sono tenuti presso la sede dell’ABA (l’associazione Bibione Albergatori) che ha visto oltre 90 iscritti.

Ha chiuso la presentazione Alessio Carciofi, esperto di marketing turistico e social media ed ideatore del progetto #Bibione4love.

La campagna durerà dal 29 Maggio al 30 Settembre 2014 e si comincerà con l’esposizione dei 900 disegni dei bambini delle scuole dedicati alla mascotte Bibi presso una tensostruttura allestita in Piazzale zenith.

Il 31 Maggio ci sarà il workshop del fumetto con la presenza della fumettista Paola Cannatella, vincitrice del “Fumetto International Talent Award” che terrà un corso di fumetto in cui i bambini potranno iniziare a familiarizzare con le tecniche di disegno di base.

Sono previsti anche eventi e iniziative in collaborazione con l’Immaginario Scientifico di Trieste, il museo della scienza interattivo e multimediale, famoso per l’utilizzo di originali tecniche espositive e innovative metodologie di animazione didattica.

Un estate 2014 a misura di bambino quella di Bibione, dove i piccoli protagonisti in compagnia della mascotte Bibi, della famosa vignettista Paola Cannatella e dello staff della Jolly Animation scopriranno le bellezze di Bibione, imparando e divertendosi.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Corruzione

Tenta di corrompere il commandante dei vigili e finisce in manette

Corruzione

Corruzione

Martedì mattina, un cittadino cinese di 37 anni, titolare di un bar a Bibione è stato arrestato dalla Polizia Locale di San Michele al Tagliamento per aver offerto una tangente di 500,00 euro al comandante della stazione dei vigili di San Michele al Tagliamento e Bibione, Andrea Gallo.

Con il “pensierino”, come l’aveva chiamato lui, contenuto in una busta, l’uomo, voleva convincere il dirigente a cambiare il parere negativo alla sua domanda di occupazione di suolo pubblico, ma alla vista del denaro, è stato subito messo agli arresti.

“In questo periodo si parla molto di trasparenza nella pubblica amministrazione – ha dichiarato Andrea Gallo – e aver consegnato alla giustizia un cittadino che ha cercato di corrompere un pubblico funzionario è un segnale importante a tutta la cittadinanza, oltre al fatto che non si è fatto altro che applicare quello che prevede il codice penale”.

“E’ un segnale importante – ha replicato il sindaco di San Michele al Tagliamento, Pasqualino Codognotto – che come pubblica amministrazione abbiamo dato della nostra macchina amministrativa dove correttezza e trasparenza sono valori condivisi su cui puntiamo da sempre”.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Fenicotteri in Valgrande a Bibione

40 mila uccelli acquatici censiti nella laguna di Bibione-Caorle durante l’inverno

Fenicotteri in Valgrande a Bibione

Fenicotteri in Valgrande a Bibione

Da parecchi anni la Provincia di Venezia, con il coordinamento scientifico dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale promuove il censimento invernale degli uccelli acquatici sul proprio territorio e quest’inverno nella laguna fra Caorle e Bibione ne sono stati censiti oltre 40 mila esemplari.
Quelli che hanno registrato il maggior incremento sono stati l’Alzavola ed il Germano reale ma sono stati avvistati anche Fenicotteri, Fistioni turchi, Canapiglie, Morette, Marzaiole, Moriglioni e perfino delle lontre in val Grande.

Commentando la notizia, Pasqualino Codognotto, il sindaco di San Michele al Tagliamento ha dichiarato: “Il censimento è stato effettuato nel mese di gennaio e conferma quanto da tempo si vuole portare all’attenzione pubblica ossia che puntare sull’ambiente e sulla crescita sostenibile porta a risultati straordinari.
Pensare che a qualche centinaio di metri dalle spiagge di Bibione e Caorle esiste e si sviluppa un tale patrimonio faunistico fa davvero piacere, anzi, cosa ancora più importante, si crea e si rinnova nella coscienza collettiva una forte sensibilità verso la natura e quanto essa può ancora offrire all’uomo.
Poter dire ad un nostro cittadino o turista che passeggiando lungo la laguna o nelle immediate vicinanze sarà possibile osservare lo Svasso piccolo o lo Svasso maggiore, il Tuffetto, i Cormorani, il Marangone minore, gli aironi e via via fino alla Folaga e al Gabbiano corallino, ritengo possa essere bello, ma ancora più bello è pensare che le giovani generazioni prendano in mano questa eredità e la conservino gelosamente”.

La laguna veneta di Bibione e Caorle e la sua immensa pineta, descritte da Ernest Hemingway, sono diventate uno luogo frequentato dai fenicotteri, particolarmente esigenti in fatto di qualità dell’ambiente, tanto che a Settembre si contava su una colonia di oltre 1500 esemplari.

Questi dati sono molto importanti e portano la laguna veneta al livello di altre importanti oasi naturalistiche europee come la Camargue o il delta del Danubio creando un valore aggiunto da offrire ai turisti e portando magari in un vicino futuro alla formulazione di pacchetti invernali appositamente studiati per gli amanti del birdwatching.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail