Archivio dei tag Imposta Municipale Unica

IMU 2012

Sanzioni e interessi per chi non paga l’IMU

IMU 2012

IMU 2012

Il 17 Dicembre 2012 scade il termine per il pagamento della seconda rata (saldo) dell’IMU, la tanto discussa tassa sulle case di proprietà, che da quest’anno ha interessato di nuovo anche le prime case.

Oltre ai problemi legati alle modalità ed agli errori nel versamento, ci sarà anche chi, per errore o dimenticanza, la pagherà in ritardo o chi proprio, complice la crisi, non riuscirà a pagarla.

In caso di ritardato o mancato pagamento dellIMU, prima che parta l’accertamento del comune, sarà possibile usufruire del “ravvedimento operoso“, cioè sarà possibile pagare l’imposta dovuta maggiorata delle sanzioni e degli interessi.

Le sanzioni saranno tanto più alte, quanto maggiore sarà il tempo trascorso tra la scadenza del pagamento della tassa ed il pagamento:

a) Ravvedimento sprint (fino a 14 giorni dalla scadenza della rata) : sanzione pari allo 0,2% dell’imposta per ogni giorno di ritardo;

b) Ravvedimento breve (fino a 30 giorni dalla scadenza della rata): sanzione pari al 3% dell’imposta dovuta;

c) Ravvedimento lungo (dai 30 giorni fino ad un anno dalla scadenza della rata): sanzione pari al 3,75% dell’imposta dovuta.

Sulle somme non versate relative all’imposta, si applicheranno gli interessi di mora nella misura annuale stabilita da ciascun Comune, che non può, per legge, superare il limite di tre punti percentuali di differenza rispetto al tasso di interesse legale, attualmente fissato nel 2,5% su base annuale (massimo 5,5% quindi).

Tutto questo, a patto che non vi sia stato, nel frattempo, alcun accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Trascorso l’anno, non sarà più possibile il ravvedimento operoso ed una volta scattato l’accertamento del comune, la sanzione da pagare sarà molto cara: 30% dell’imposta dovuta.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
IMU a Bibione

Approvate aliquote IMU 2012 per San Michele e Bibione

IMU a Bibione

IMU a Bibione

L’Amministrazione Comunale di San Michele al TagliamentoBibione ha recentemente approvato le aliquote dell’IMU (Imposta Municipale Unica) per il 2012:
4 per mille per la prima casa con le previste detrazioni di 200,00 euro per tutti e di 50,00 euro per ogni figlio convivente sotto i 26 anni
9,8 per mille per la seconda casa e tutti gli altri immobili
2 per mille per i fabbricati rurali

Sono sicuro – ha dichiarato il sindaco Pasqualino Codognotto – che ci saranno modifiche in futuro da parte del governo Monti e noi saremo pronti a recepirle.
Questo primo anno di applicazione è sperimentale, poi quando avremo dati certi potremo portare le opportune modifiche.
In particolare mi riferisco al fatto che al momento non sia stato possibile diversificare tra seconde case e altri immobili.
Abbiamo infatti un’unica aliquota per seconde case, aziende, negozi e terreni agricoli che nel mio Comune hanno valori decisamente diversi, in particolare penso al confronto tra seconde case e terreni agricoli“.

Sul territorio nazionale, la situazione di Bibione è molto particolare, se non unica, per il gran numero di seconde case ed il gettito dell’IMU, con un aliquota che sfiora il 10 per mille su miglia di abitazioni, produrrà al Comune di San Michele al Tagliamento, degli introiti senz’altro importanti.

La nostra aliquota – ammette il Sindaco Codognotto – è piuttosto alta ed il fatto che il gettito derivante sarà in gran parte destinato a Roma è difficile da spiegare ai cittadini.
Dobbiamo tenere gli occhi puntati agli equilibri di bilancio, anche perché dovremo avere qualcosa da parte per aiutare le famiglie che entreranno in crisi nella seconda parte dell’anno“.

Per quanto riguarda la questione degli anziani in casa di riposo, che per legge devono spostare la propria residenza nell’istituto che li ospita, se la casa non è data in locazione, pagheranno L’IMU per la prima casa.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail