Archivio dei tag hotels

Classificazione alberghi

Allo studio nuovo sistema di classificazione degli alberghi

Classificazione alberghi

Classificazione alberghi

In seguito all’ultimo Consiglio dei Ministri, tenutosi il 24 Agosto 2012, ci si aspettano delle novità per il settore turistico che certamente interesseranno anche Bibione in quanto meta turistica fra le più frequentate dell’Adriatico

Oltre al Piano Strategico quale strumento, che per la prima volta traccia una visione del futuro e una strategia complessiva, e a numerosi progetti di promozione turistica – si legge infatti – è in corso di avanzata elaborazione un’iniziativa innovativa per migliorare la qualità ricettiva delle strutture attraverso un sistema di rating e classificazione“.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Indagine World Travel Monitor

Indagine di World Travel Monitor sulle scelte di vacanza degli europei

Indagine World Travel Monitor

Indagine World Travel Monitor

Secondo una recente indagine svolta su 33 Paesi europei, da World Travel Monitor® per conto di Itb Berlin, sui tipi di soggiorno preferiti dai viaggiatori europei è emerso che i turisti tedeschi hanno meno pretese dei russi ed inglesi quando si tratta di scegliere un albergo e preferiscono quelli di categoria media.

La scelta della categoria alberghiera rivela delle importanti differenze su scala europea infatti il numero di pernottamenti standard (alberghi di categoria media o economica) è complessivamente stabile, mentre i soggiorni in hotel a cinque stelle sono aumentati del 2%, con una crescita del 4% in quelli a quattro stelle.
Per i turisti russi, in particolare, è molto importanza un comfort elevato e nel 26% dei loro viaggi all’estero hanno scelto alberghi a cinque stelle. Anche il 22% degli inglesi ha fatto la stessa scelta.
Negli ultimi 5 anni il numero di russi in hotel 5 stelle è cresciuto del 2% mentre quello degli inglesi del 4%. I tedeschi che hanno scelto soggiorni di lusso sono invece solo il 13%.

su 413 milioni di viaggi all’estero, 234 milioni (il 57%) di europei, hanno scelto la vacanza in albergo. Nel 2007 la percentuale era del 52%.

Il 58% cento dei turisti tedeschi soggiorna in albergo, mentre in testa sono gli inglesi con il 60% ed i russi con il 66%. Polacchi e olandesi sono invece rispettivamente al 44% ed al 45%.

Oltre ai pernottamenti in hotel, le sistemazioni preferite nei viaggi, sono gli appartamenti e case vacanza (20%) e i soggiorni presso amici e parenti (10%). Il campeggio rappresenta appena il 3%.

Secondo il dr. Martin Buck, direttore del Centro competenze per Viaggi e Logistica di Messe Berlin, le ragioni della crescita dei viaggi di lusso è dovuto al fatto che negli ultimi anni, in molte destinazioni turistiche, c’è stata una forte espansione delle offerte in queste categorie ed in molti casi, in alberghi 4 stelle, si può prenotare una stanza al prezzo della categoria media.
Anche i soggiorni negli alberghi di lusso vengono a volte offerti a prezzi ridotti, grazie all’uso elevato di portali per prenotazioni online e l’aumento delle vendite dirette.
Secondo Buck, questo è un trend destinato a crescere nei prossimi anni.

Il World Travel Monitor® è la più grande indagine del mondo sul turismo e l’unica che analizza il numero di viaggi all’estero e il comportamento dei viaggiatori in partenza da 60 Paesi di vari continenti: scelta della destinazione, motivo del viaggio, tipi e motivazioni delle ferie, tipo di viaggio d’affari, durata, mezzi di trasporto, soggiorno, stagione, comportamento relativo a informazioni e prenotazioni, spese, principali mercati regionali, profili dei target ecc

A Bibione sono numerosesia  le offerte di alberghi di lusso 5 e 4 stelle, che quelle di categoria media a 2 e 3 stelle, ma soprattutto grazie alla presenza di molte agenzie immobiliari è  ricca l’offerta di appartamenti e residence di ogni categoria e per ogni tasca.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Bibione su YouTube

Video vacanze a Bibione da YouTube

Bibione su YouTube

Bibione su YouTube

Un interessante video trovato su YouTube che riassume la vacanza a Bibione vista da un turista: la piscina, la natura, gli hotels, la spiaggia, il mercato, le vetrine, lo shopping, il relax, il mare, il sole, la sabbia, il cappuccino al bar, la passeggiata serale per le vie del centro, gli artisti di strada, la musica, gli spettacoli, gli eventi, i giochi di luce di Piazza Fontana, i bagni in mare, i bambini che giocano in spiaggia. Buona visione !

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Norme anticendio

Tempi stretti per adeguamento norme antincendio, alberghi a rischio chiusura

Norme anticendio

Norme anticendio

Pare che a causa della nuova norma antincendio, che prevede l’adeguamento degli impianti elettrici, dei sistemi di allarme, degli estintori, della segnaletica, della gestione e istruzioni di sicurezza, degli impianti di rilevazione e segnalazione incendi, della larghezza delle vie di uscita, della scala e della via di esodo a uso promiscuo, il 30% degli alberghi italiani sia a rischio chiusura.

L’allarme è stato lanciato dal deputato del Pdl, Sergio Pizzolante, facendo presente che se da un parte il decreto ministeriale firmato in questi giorni dal ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, concede una proroga al 2013, riconoscendo quindi che la normativa e gli adempimenti sono eccessivamente gravosi per le piccole strutture, dall’altra obbliga gli albergatori ad un forte ampliamento dei requisiti minimi entro 60 giorni, per poter accedere alla proroga.

In un momento di crisi – ha dichiarato Pizzolante – alla vigilia della stagione estiva, in uno dei pochi settori che resiste alla crisi, noi riduciamo i posti letto o chiudiamo gli alberghi? Perché è questo ciò che succederà, con l’entrata in vigore del decreto.
I tecnici degli alberghi avranno 30 giorni di tempo per le verifiche di parte (impossibile espletarle in così poco tempo) e i tecnici dei Vigili del Fuoco avranno poi 60 giorni per decidere la riduzione di posti letto o, addirittura, la chiusura dell’attività, magari nei mesi di giugno/luglio con i clienti in albergo.
Questa deve essere l’ultima proroga, ma non si devono cambiare i requisiti minimi in corsa, senza concedere agli alberghi il tempo necessario per rimettersi in regola. Penso che sia ragionevole dare agli operatori 6 mesi di tempo per l’acquisizione dei nuovi requisiti minimi e accedere così all’ultima proroga.
In questo modo si salverebbe la stagione estiva, senza alterazioni sostanziali del processo che prevede la messa in regola delle strutture entro il 2013“.
Come è la situazione negli alberghi a Bibione ?

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Bibione spiaggia

Germania, i clienti preferiscono prenotare in agenzia

Bibione spiaggia

Bibione spiaggia

Un recente studio realizzato da Ipk International sul travel online in Europa, ha evidenziato che, nel 2011 in Germania, le prenotazioni in agenzia  hanno superato il 55% del totale, con un aumento del 15%, dei clienti che si sono recati in agenzia per prenotare le loro vacanze, rispetto al 2010.

Questo dato è in controtendenza rispetto al resto dell’Europa, dove, a livello globale, il 2011 è stato il primo anno in cui le prenotazioni di viaggi online sono state più della metà di tutte le prenotazioni realizzate nel corso dell’anno.

Il ritorno dei clienti tedeschi in agenzia è stato confermato anche dall’analisi Gfk, che ha registrato per il 2011, sempre per il mercato tedesco, una crescita dell’11 %, rispetto al’anno precedente, del booking in agenzia.

Anche a Bibione, località storica del turismo tedesco, molti turisti prenotano direttamente presso le agenzie e gli alberghi/hotels, ma molti si sentono più sicuri a prenotare tramite un’agenzia tedesca.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail