Category Archivevarie

Storia vacanza al mare

Vacanza al mare: quali sono le sue origini?

Siamo a settembre e stiamo per salutare la stagione estiva. Gli ultimi turisti sono in partenza per la tanto attesa vacanza al mare mentre la maggior parte sono tornati alla routine quotidiana della vita in città.
Immagino che sia capitato a più di qualcuno di pensare già alle ferie del prossimo anno: se rimanere in Italia o andare all’esterno, se andare in montagna o al mare, se partire in estate o in inverno.

Ma lo sapevate che inizialmente si andava in spiaggia non per prendere il sole o per fare il bagno, ma semplicemente per respirare l’aria fredda del mare piena di salsedine? E il periodo indicato era fuori stagione, in pieno inverno!
L’idea di vacanza al mare, intesa come balneazione e abbronzatura, è molto recente. Fino a pochi anni fa non c’era l’abitudine di tuffarsi in acqua e i litorali non erano attrezzati. Il bagno in mare lo facevano i pescatori, i marinai, i contadini e quindi i più poveri.

Durante l’età moderna, intorno al Cinquecento, c’era il sospetto che immergersi in acqua provocasse gravi malattie all’organismo. Serviva un cambio di prospettiva in campo medico per dare inizio alla balneazione.
Dal Seicento i medici iniziarono a cambiare alcune vedute elogiando i benefici delle cure termali, anche se erano ancora lontani dalla riva del mare. E quelli che si potevano permettere un ciclo di bagni ristoratori erano solo i ricchi: pernottavano per mesi in questi stabilimenti dove nascevano gli amori e trascorrevano i momenti più importanti della propria vita.

Facendo alcune ricerche, intorno al 1620, una donna di nome Elizabeth Farrow scoprì una fonte di acqua termale che scorreva nel mare della città portuale di Scarborough, nel North Yorkshire e costruì la prima Spa.
Grazie alla posizione geografica di questa località, ben presto divenne una delle principali mete turistiche dell’estate britannica, con un clima decisamente diverso dal nostro. E piano piano i medici si resero conto che l’acqua salata faceva bene alla salute, soprattutto se fredda, in quanto era un’ottima terapia per curare il rachitismo, rinvigorire i convalescenti e in qualche modo per ridare speranza alle coppie sterili.
In quel contesto di evoluzione e di crescita, aprì a Brighton (conosciuta come la Londra sul mare) un vero e proprio centro medico per gli aristocratici. E così nel Settecento nacque il turismo balneare in Inghilterra.

Il nord Europa era già abituato all’idea di vacanza. Le cure termali erano diventate popolari e gli inglesi erano già pronti a trasferirsi per lunghi periodi in località attrezzate con alberghi mentre i nobili degli altri paesi europei si trasferivano nelle proprie tenute private in aperta campagna, lontano dalla città.
Non c’erano solo gli aristocratici inglesi che trascorrevano le vacanze al mare! Anche l’alta e media borghesia cercavano di seguire questa moda e diventava un’occasione non solo per fare le conoscenze giuste ma anche per dire “sono riuscito a portare in vacanza la mia famiglia con i miei risparmi”. Le località balneari erano attrezzate per accogliere i duca ma anche i borghesi e così nacquero i primi hotel da “due, tre e quattro stelle”. Ed era grazie ai capifamiglia che il mercato del turismo cresceva, aumentando servizi ed attrazioni nelle località di mare.

La vita in spiaggia

On the Shores of Bognor Regis – Portrait Group of the Harford Couple and their Children (1887) di Alexander Rossi

Inizialmente non si viveva la spiaggia come la intendiamo noi. Le vacanze al mare nascevano in Inghilterra dove il mare nordico era gelido e il clima molto più fresco: un tuffo veloce e poi si tornava in albergo. Non esistevano quindi cabine, ombrelloni, sdrai, lettini: la battigia era vissuta da turisti vestiti eleganti con l’ombrellino parasole. La vita era nel centro urbano con teatri, negozi ed attività spensierate per gli ospiti.
Ma nell’Ottocento arriva un altro cambiamento! Si cominciò a capire che i benefici alla salute non derivavano solo dall’acqua ma anche dall’aria di mare: guarivano le malattie polmonari e rinvigoriva l’organismo. Da quel momento le spiagge cominciarono ad attrezzarsi con piccole strutture e i turisti, sempre ben vestiti, si portavano libri da leggere e giochi da tavolo. La costa era ancora un po’ selvaggia e si cercava in qualche modo di urbanizzarla rendendola confortevole.

Il boom turistico lo abbiamo con la rivoluzione industriale dell’Ottocento quando le località balneari aprirono le porte alle classi popolari. Con l’arrivo della ferrovia, Blackpool diventò una delle località balneari con strutture low cost più visitate d’Inghilterra.

E il resto dell’Europa?

Diversamente da come si vive oggi il bagno in mare, il Mediterraneo era troppo caldo con un clima afoso e di certo non era ambìto dal popolo in quanto non poteva competere con il fresco del Nord.
Solo i ricchi, alla ricerca di un clima più mite, potevano permettersi vacanze di lusso in autunno e in inverno in città come Portofino, Marina di Massa e altri centri che si svilupparono intorno all’Ottocento.
Dopo la prima guerra mondiale, che aveva distrutto l’idea di vacanza e di benessere, il turismo tornò a crescere. E i medici fecero un’altra scoperta: il sole fa bene alla pelle.
La rete ferroviaria si stava sviluppando in tutto il territorio europeo, soprattutto verso le località del mar Mediterraneo. In poco tempo, le città balneari inglesi entrarono in crisi perdendo tutto il loro fascino che avevano acquisito nel corso della storia.
Da questo momento in poi nasce la vacanza al mare come la viviamo noi oggi.

Bibione è una delle località per vacanze che raccoglie tutti i benefici che i medici hanno scoperto nei secoli: cure termali, brezza marina, mare e sole. #discoverBibione tutto l’anno!

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
bike nights bibione

Bibione Bike Nights 2019

Torna la spettacolare pedalata Bibione Bike Nights, un appuntamento che vi accompegnerà tutti i martedì dal 2 luglio al 27 agosto 2019 per esplorare il litorale in notturna e raggiungere il faro di Bibione in compagnia.
I punti di ritrovo sono i seguenti:

  • Bibione Pineda – Kokeshy (h 20.30);
  • Lido del Sole – Piazzale Adriatico (h 20.40)
  • Bibione Spiaggia – fronte hotel Corallo (h 20.50)
  • Piazzale Zenith (h 21.00)
  • Faro (h 21.10)

E’ possibile usufruire di tariffe agevolate presso i noleggio bici del litorale.
Il percorso, in alcuni tratti, è illuminato solamente dalla luce del tramonto o dal chiarore della luna, in modo da lasciare spazio alla bellezza della natura. In alternativa, per una maggiore sicurezza, è possibile utilizzare una torcia o il fanale della bicicletta in dotazione.

Al faro di Bibione vi attendono spettacoli, animazioni e degustazioni di prodotti locali.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
deejay-time-summer-time-2019

Deejay Time Summer Tour a Bibione

Torna a grande richiesta uno degli appuntamenti che ha attirato giovani di tutte le età: il Deejay Time in Tour per l’estate 2019.

L’evento è fissato per venerdì 12 luglio 2019 alle ore 21:00 nel tratto di spiaggia antistante piazzale Zenith. Presto vi daremo maggiori informazioni.

L’imperdibile quartetto Albertino, Molella, Fargetta e Prezioso darà vita al litorale con la migliore musica dance degli anni ’90 e un mix dalla hip hop a quella più ascoltata e in voga del momento.

L’anno scorso ha avuto un grande successo ed è stata una serata che ha coinvolto tutti gli ospiti e residenti in vacanza a Bibione.
Iniziamo il conto alla rovescia per vivere un’altra festa a ritmo di musica con i piedi sulla sabbia sotto un cielo stellato!

Deejay Time Summer Tour 2019
#deejaytimeintour

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Tiramisù World Cup a Bibione 2019

La Tiramisù World Cup arriva a Bibione

Negli ultimi anni il Tiramisù è stato al centro di molti dibattiti per ufficializzare la sua origine: friulana o trevigiana? Dalle origini della parola, risulta che questo amato dolce sia nato a Treviso tra il Settecento e l’Ottocento. Ma ufficialmente nasce alle Beccherie ristorante di Treviso nel 1970.

Vi starete chiedendo perché una località come Bibione stia parlando di questo prelibato dessert. Il motivo è molto semplice: il 22 e il 23 giugno 2019 si terrà la terza edizione del Tiramisù World Cup, a conclusione della Settimana Gourmet Venezia Orientale.
Sarà una delle sfide più golose che premia la versione classica e rivisitata più buona al mondo, dando la possibilità al vincitore di accedere direttamente alla fase finale dell’evento che si terrà a Treviso dal 1 al 3 novembre 2019.

Regole di partecipazione alla gara del tiramisù più buono al mondo a Bibione

Per chi vuole provare quest’esperienza a Bibione e far assaggiare la propria versione di tiramisù sono a disposizione 80 posti.
I concorrenti non professionisti si possono iscrivere alla gara scegliendo tra le due versioni:

  • Ricetta Originale: savoiardi, mascarpone, caffè, uova, zucchero e cacao (nessuna variante);
  • Ricetta Creativa: utilizzo di 4 ingredienti base, aggiunta di massimo 3 nuovi ingredienti e sostituzione del biscotto.

L’evento si terrà in piazza Treviso a Bibione: è necessario scegliere se gareggiare il 22 o il 23 giugno. Nella fase di iscrizione, bisogna indicare se si presenterà la ricetta originale o rivisitata.
In entrambe le giornate sono previsti degli orari ben precisi da seguire:

  • dalle 18:00 alle 20:00 turno per la Ricetta Originale;
  • dalle 20:00 alle 22:00 turno per la Ricetta Creativa.

I partecipanti hanno a disposizione 40 minuti per presentare la fetta perfetta e conquistare la giuria che decreterà il miglior pasticcere: in questo modo potrà accedere alle semifinali della competizione per il tiramisù più buono al mondo che si terrà a Treviso a novembre.
Gli ingredienti di base verranno consegnati all’inizio della gara mentre quelli aggiuntivi dovranno essere portati dal concorrente seguendo alcune regole precise che trovi qui.
Per concorrenti non professionisti si intendono coloro che non abbiano avuto esperienza di ristorazione negli ultimi due anni in una cucina professionale o qualsiasi altro titolo o laboratorio di pasticceria. I commessi, camerieri e baristi non sono considerati professionisti.

Il costo per la partecipazione è di € 25,00.
Per iscriversi clicca direttamente qui.

Se sei in vacanza a Bibione potrebbe essere un’ottima occasione per far conoscere la tua versione di tiramisù che ha conquistato il palato dei tuoi cari.
Il litorale del nord Adriatico è interessanto da diversi appuntamenti che riguardano questo dessert: il primo si terrà il 19 maggio a Jesolo, il Tiramisù Day 2019, un evento in collaborazione con Telethon, mentre a giugno a Bibione ci sarà questa incredibile gara sul dolce più prelibato al mondo.

Possiamo dire che il mare Adriatico non è poi così tanto salato, bensì… un dolce mare al tiramisù!


Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
A piedi per Bibione

A piedi per Bibione 2019

Siamo giunti alla 42^ edizione dell’imperdibile appuntamento del Trekking-Meeting “A piedi per Bibione” con la Festa dello Sport e dell’Asparago.
Un appuntamento che attira migliaia di turisti italiani e stranieri pronti a trascorrere il primo week-end al mare partecipando ad eventi sportivi ed enogastronomini nel nostro territorio.

Orari stand gastronomici

Pranzo e apertura degli stand enogastronomici:

  • giovedì 25 aprile: pranzo ore 12:00 – 14:30;
  • sabato 27 aprile: pranzo ore 12:00 – 14:30;
  • domenica 28 aprile: pranzo ore 12:00 – 14:30.

Cena e apertura degli stand enogastronomici:

  • mercoledì 24 aprile: cena dalle ore 18:00;
  • giovedì 25 aprile: cena dalle ore 18:00;
  • venerdì 26 aprile: cena dalle ore 18:00;
  • sabato 27 aprile: cena dalle ore 18:00;
  • domenica 28 aprile: cena dalle ore 18:00.

Durante i giorni della manifestazione, sarà possibile ascoltare musica dal vivo all’interno degli stand enogastronomici.

Programma A piedi per Bibione 2019

Venerdì 26 e sabato 27 aprile 2019
Dalle 8:00 alle 17:00 percorsi permamenti aperti e assistiti con 6 ristori, solo per le persone munite di biglietto.
Nella tenda allestita vicino alle poste in Piazza Mercato è possibile iscriversi.

Sabato 27 aprile 2019
Ore 20:00 santa Messa del Marciatore presso la Chiesa Parrochiale di Bibione.
Ore 20:45 lucciolata per le vie della città dove l’intero ricavato sarà devoluto alla “casa via di Natale” del CRO di Aviano.
Ore 21:30 cerimonia delle bandiere con la presentazione delle bandiere dei Paesi presenti alla manifestazione.

Domenica 28 aprile 2019
Meeting “A Piedi di Bibione” con i percorsi di km 6-11-14-22-27 con partenza alle ore 9:00 e chiusura verso le ore 14:00.

Come iscriversi alla manifestazione “A Piedi per Bibione”

Tracciato marcia A piedi per Bibione 2019

Il ritrovo della manifestazione di domenica 28 aprile 2019 è in piazza Mercato e l’orario della partenza è previsto tra le 9:00 e le 9:30. Si raccomanda la puntualità.
ISCRIZIONE
Il contributo per tutti i percorsi senza riconoscimento è per i tesserati FIASP IVV € 2,50 – non tesserati € 3,00, con molti premi a sorteggio per tutti i partecipanti.
Chi anticipa il pagamento, può farlo tramite:

  • vaglia postale al seguente indirizzo: “GRUPPO MARCIATORI BIBIONE” c/o D’Ovidio Claudio – Via Atena 10 – 30028 BIBIONE (Ve);
  • bonifico bancario: IBAN IT 25A089 6536 2910 05060107529;
  • personalmente presso Tabaccheria Piccadilly – Viale Aurora, 9 Bibione (Ve).

Dopo il pagamento si prega di inviare via fax o email l’elenco dei partecipanti compilando la scheda di iscrizione (e-mail: marciatori.bibione@gmail.com)
1 – GRUPPI: devono essere effettuate entro le 18:00 di venerdì 26 aprile con l’elenco dei nominativi. Per gruppi si intende un minimo di 15 persone.
2 – SINGOLI: si possono iscrivere tramite email oppure il giorno dello stesso della manifestazione, ovvero entro le ore 9:00.
Qui trovi tutto il regolamento dell’evento in programma a Bibione.

Se stai cercando un hotel o un appartamento per soggiornare a Bibione, visita il portale Last Minute Bibione (www.lastminutebibione.com) con speciali promozioni dell’ultimo minuto con sconti fino al 60%.

Per maggiori informazioni:
Gruppo Marciatori Bibione
cell.: 338 160 09 53
fax: 0431 430 041
e-mail: marciatori.bibione@gmail.com
www.apiediperbibione.it

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail