Category Archiveambiente

pista ciclabile lungomare Bibione

Cicloturismo e piste ciclabili per scoprire Bibione

Il cicloturismo a Bibione si è impreziosito negli anni grazie alle molte piste ciclabili che si sviluppano non solo nell’entroterra ma anche lungo la spiaggia e nelle verdi pinete. 20 km di piste ciclabili e 195 km di percorsi adatti a tutti i citybiker e consigliati per le famiglie con bambini.
A Bibione sono presenti diversi punti per noleggio bici. Inoltre durante il periodo estivo vengono organizzate diverse escursioni gratuite per gruppi su biciclette oppure vengono messe a disposzione da Bibione Spiaggia.

I percorsi ciclabili a Bibione

La pista ciclopedonale lungo la spiaggia di Bibione è la più conosciuta. Lunga circa 10 km, collega il faro di Bibione, vicino alla foce del Tagliamento, e attraversa tutto il lungomare fino ad arrivare quasi al porto Baseleghe, a Bibione Pineda. È consigliabile percorrerla non solo di giorno per andare in spiaggia, ma anche alle prime luci dell’alba o a quelle del tramonto per ammirare le calde luci del sole che illuminano tutto l’arenile. Anche la sera, dopo aver mangiato la pizza o un buon piatto di pesce nei molti ristoranti di Bibione, è ideale per le passeggiate notturne grazie all’ottima illuminazione.
Parallelo al lungomare, si sviluppa un altro percorso interno che si muove per la città, lungo le vie dei negozi e dei ristoranti. Sono presenti tre aree verdi ideali per un momento di ristoro: la Pineta Pubblica, il Lino delle Fate, vicino alle Terme, e il Bosco Canoro a Lido del Sole, una macchia verde di grande valore ambientale.
Nell’anno 2016 è stato completato il tratto che collega piazzale Zenith al Faro e costeggia la verde pineta di pini neri d’Austria e di molte altre vegetazioni, tutte da scoprire. È possibile ammirare quest’area protetta anche grazie ad un altro itinerario di circa 12 km che si sviluppa al suo interno fino ad arrivare al faro, ristrutturato nel 2014 e adibito a museo. Quest’anno verrà completato l’ultimo tratto di pista che collega Lido del Sole a Pineda, aggiungendo l’illuminazione con punti luce su pali e altri a raso.

I percorsi nell’entroterra di Bibione

Si possono percorrere altri due itinerari nella periferia della città: uno di circa 7 km, tra serre, frutteti, campi coltivati e aziende agricole, e l’altro di circa 10 km nelle aree verdi della Valgrande.
Per chi è più allenato, si possono prevedere escursioni lunghe e più impegnative, dai 20 a 40 km, alla scoperta delle bellezze naturali dell’entroterra e lungo il fiume Tagliamento. Infatti è presente un percorso ad anello di circa 36 km, il Gira Tagliamento, e parte dalla rotonda di Bibione fino a raggiungere San Michele lungo il medesimo fiume. I paesaggi che si ammirano sono unici e tipici della pianura veneta.
Da Cesarolo, si apre un altro percorso di circa 15 km, sempre ad anello che si sviluppa su strade poco trafficate e circondate da paesaggi romantici tra distese di frutteti e altre piantagioni. Proseguendo lungo il canale dei Lovi si possono raggiungere i tipici casoni dei pescatori e ammirare non solo la bellissima laguna ma anche le molte specie di uccelli: gabbiani, martin pescatore, reale mediterraneo, rondine di mare e i cormorani nella laguna. L’itinerario dei Casoni, lungo circa 23 km, è consigliato infatti per chi vuole scoprire risaie e i casoni del Terzo bacino che si affacciano sull’incantevole laguna.

Salva

Salva

Salva

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
pista ciclopedonale che porta al Faro di Bibione

Pista ciclo-pedonale che porta alla zona Faro a Bibione (video)

pista ciclopedonale che porta al Faro di Bibione

Pista ciclopedonale che porta al Faro di Bibione

A Bibione, il 05 Maggio 2016 è stata inaugurato il nuovo tratto della pista ciclabile e pedonale, che ora collega direttamente Via Procione con il Faro di Bibione, permettendo a residenti e turisti di raggiungere più facilmente ed in sicurezza, a piedi o in bicicletta, la spiaggia a est.
La nuova pista si congiunge alla pista ciclabile esistente del lungomare di Bibione e costeggia il muro di difesa idraulica costruito dopo l’alluvione del 1966, percorrendo la pineta dove ad un certo punto, per circa 70 metri è anche sospesa su un ponte di legno di castagno, per poi collegarsi circa un km prima di raggiungere il faro con la ciclabile realizzata in precedenza dal Consorzio di Bonifica, per una lunghezza complessiva di circa 2,7 km.
Nella zona di Lido dei Pini, in via Procione, la pista si collega con la viabilità ciclopedonale già esistente in modo da permettere ai ciclisti ed ai pedoni che vi passeggiano di percorrere tutto il lungomare Adriatico senza mai uscire dalla pista pedalando o passeggiando nella massima sicurezza su un percorso a loro dedicato.

I lavori non sono però finiti, infatti il Sindaco di San Michele al Tagliamento-Bibione ha recentemente dichiarato che il progetto prevede il completamento verso Pineda della pista ciclopedonale del lungomare i cui lavori, inizieranno a Settembre 2016 e l’estensione di quella di Bibione Pineda lungo Via Baseleghe, dal Lido del Sole fino a Corso del Sole.

Di seguito un bel video da Vimeo, effettuato con un drone che mostra la pista ciclopedonale ripresa dall’alto in tutta la sua lunghezza

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
energie rinnovabili

San Michele al Tagliamento-Bibione ed energie rinnovabili

202020 Provincia di Venezia

202020 Provincia di Venezia

Il Comune di San Michele al Tagliamento ha recentemente ottenuto la certificazione che il proprio fabbisogno elettrico proviene al 100% da fonti rinnovabili (ai sensi della Deliberazione dell’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas – ARG/elt 104/11).

L’ente utilizza per gli impianti di illuminazione pubblica e per gli edifici di proprietà solo energia elettrica verde ed ha evitato ad oggi l’immissione di 3.322,97 t di CO2 (calcolati sulla base dei consumi annuali) nell’atmosfera.

L’obiettivo 20-20-20, promosso con l’adesione al Patto dei Sindaci, con le azioni intraprese che garantiscono importanti risparmi sull’acquisto dell’energia rispettando i principi di uno sviluppo sostenibile, è oramai sempre più vicino per San Michele al Tagliamento-Bibione.

Che cos’è il “Piano 20 20 20” ?
E’ il “pacchetto clima-energia 20-20-20” varato dall’Unione Europea, contenuto nella Direttiva 2009/29/CE, valido da gennaio 2013 fino alla scadenza nell’anno 2020.
Si tratta in poche parole di ridurre del 20% le emissioni di gas serra, alzare al 20 % la quota di energia derivante da fonti rinnovabili con un risparmio energetico del 20%: tutto questo entro l’anno 2020.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Pista ciclabile lungomare di Bibione

Informazioni sul noleggio bici a Bibione

Mappa dei percorsi ciclabili a Bibione

Mappa dei percorsi ciclabili a Bibione

Il modo migliore per scoprire Bibione è percorrendo gli itinerari delle piste ciclabili che attraversano la località balneare e l’entroterra.
Per la città sono presenti diversi punti noleggio di biciclette, risciò e anche golf car elettriche.
Ma quanto costa il noleggio? Quali sono le mie responsabilità? Ecco alcune informazioni pratiche che ti possono essere utili per il noleggio bici:

  • Il prezzo varia dai € 5,00 all’ora ai € 30,00 la settimana, compreso di seggiolino per bambini.
  • Puoi noleggiare anche per 2 ore al prezzo di € 10.00 o da 3 ore in su per €15.00, se il periodo di permanenza è ridotto.
  • Importante lasciare in negozio un documento di identità come cauzione.
  • Riportare la bicicletta sempre al punto di vendita dopo il periodo in cui si ha usufruito del servizio.
  • In caso di danno, deve essere rimborsato il costo della riparazione, mentre, in caso di furto o smarrimento, bisogna versare il valore totale del veicolo a due ruote.
  • Puoi raggiungere il faro in bici o a piedi seguendo diversi percorsi, sia in mezzo alla pineta che lungo l’arenile, partendo da porto Baseleghe fino ad arrivare a Bibione Lido dei Pini.
  • Il percorso dal porto al faro è lungo circa 8 km, ma dipende sempre dal percorso che uno decide di fare.

Ora, che possiedi tutte le informazioni utili, non ti resta che salire in sella alla tua bici e ammirare le bellezze naturali che Bibione offre in ogni momento della giornata, dall’alba al tramonto!

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Bibione Reef per la tutela dei fondali

Bibione Reef: una barriera artificiale marina per la tutela dei fondali

Bibione Reef per la tutela dei fondali

Bibione Reef per la tutela dei fondali

Dal 3 maggio 2015, a Venezia, si sta svolgendo la “Aquae Venice 2015”, una grande esposizione dedicata all’acqua, in coerenza con la durata dell’Expo Milano 2015.
Mercoledì 24 giugno, alle ore 17.30, nei pressi dello stand della Regione Veneto, si terrà la presentazione del progetto per la tutela dei fondali marini di Bibione.
Durante la stagione primaverile del 2014, è stata realizzata una barriera artificiale marina per la salvaguardia dei fondali.
Questo importante progetto ha un ruolo fondamentale per la tutela del sottocosta in quanto si stanno sviluppando non solo nuove specie naturali, simili a quelle esistenti nel mar Mediterrano, ma anche nuove attività e organizzazioni legate al settore del turismo.
È un motivo per proteggere il paesaggio naturale della località balneare dove molte famiglie portano in vacanza i propri figli e, come dice lo slogan di Expo Milano 2015,“Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail