Archivio mensileNovembre 2015

Autostrada svincolo Latisana

Presentato il progetto della terza corsia su autostrada A4

Lavori in corso

Lavori in corso

Il terzo lotto della 3° corsia dell’autostrada A4 Venezia-Trieste è stato presentato alla Conferenza dei servizi.
Si sviluppa su circa 25 km. da Alvisopoli (Venezia) a Gonars (Udine), coinvolgendo 11 comuni, di cui 2 in Veneto (Fossalta di Portogruaro e San Michele al Tagliamento) e 9 in Friuli-Venezia Giulia (Ronchis, Palazzolo dello Stella, Rivignano-Teor, Pocenia, Muzzana, Castions di Strada, Porpetto, Torviscosa, Gonars) per un totale di oltre 400 espropri.

Fra le opere previste, ci sono l’adeguamento dello svincolo autostradale di Porpetto-San Giorgio di Nogaro, la realizzazione di 8 cavalcavia, 11 sottovia, 3 ponti a più campate (sui fiumi Tagliamento, Stella e Cormor), quattro ponti ad una campata e 40 attraversamenti idraulici.
Le opere di mitigazione e tutela ambientale prevedono invece 114.000 metri quadrati di forestazione, 8.500 metri quadrati di boschi “idrofili”, 135.000 metri quadrati di fasce arboree e circa 15 km di barriere fonoassorbenti.

Si tratta di un’opera innovativa, sia dal punto di vista progettuale che costruttivo per un intervento strategico su un tratto di autostrada interessato da forti punte di traffico dovuto oltre che alla direttrice Trrieste-Venezia, anche alla vicinanza di importanti spiagge come Bibione e Lignano Sabbiadoro.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
telecamera

Presto 18 nuove telecamere a San Michele al Tagliamento

telecamera

telecamera

Entro 3 mesi, nel comune di San Michele al Tagliamento, verranno posizionate 18 nuove telecamere fisse.
Le videocamere saranno installate principalmente per migliorare la sicurezza dei cittadini e dei turisti in quanto dovrebbero essere un deterrente per coloro che hanno intenzione di compiere furti e crimini in genere e permettere di scoprire eventuali transiti di auto rubate ma permetteranno anche di scoprire coloro che guidano auto senza assicurazione.

Il dottor Andrea Gallo, comandante della polizia locale di San Michele al Tagliamento / Bibione ha spiegato che il progetto prevede il posizionamento di 12 telecamere dedicate alla lettura e registrazione delle targhe e di 6 videocamere contestuali, ovvero quelle che registrano senza interruzioni le immagini dei siti da controllare in cui sono posizionate.

Esse saranno saranno installate tra Villanova e Malafesta, a San Giorgio al Tagliamento, nel capoluogo di San Michele al T., sul ponte sul Tagliamento, al confine fra Veneto e Friuli, presso la rotonda di San Filippo dove ‘è l’incrocio con la strada che porta a Lugugnana, nelle frazioni di Cesarolo e di Bevazzana.

Lo stesso comandante Gallo ha aggiunto che le telecamere per la lettura delle targhe sono i funzione da anni a Bibione e sono state utili in più occasioni sia per la prevenzione che la repressione di reati, contribuendo all’arresto di persone dedite ai furti.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Bibione e Lignano Sabbiadoro

Bibione e Lignano, unico polo balneare ?

Bibione e Lignano Sabbiadoro

Bibione e Lignano Sabbiadoro

Bibione propone a Lignano Sabbiadoro, la creazione di un unico polo balneare per fare rete e rafforzare l’identità del turismo nel Nord dell’Adriatico.

La proposta arriva dal Sindaco di San Michele al Tagliamento/Bibione, Pasqualino Codognotto, che già da anni coordina dei progetti, insieme ai colleghi della costa veneta, che hanno come obbiettivo la creazione di nuove strategie per il rilancio turistico.

A me piacerebbe che questa sinergia si estendesse anche a Lignano e alle altre spiagge friulane – ha dichiarato Codognotto al Messaggero Veneto – perché se c’è un’idea comune forte possiamo avere un peso maggiore per l’ottenimento di finanziamenti europei, altrimenti portiamo a casa ben poco.
Non c’è alcuna competizione tra Bibione e Lignano, anzi con il sindaco Fanotto abbiamo già iniziato un ragionamento che può portare a nuove sinergie, un percorso che ora deve essere esteso e rafforzato. Se ci uniamo nascerebbe un polo unico balneare che in Europa potrebbe diventare un punto di riferimento turistico importante“.

In momenti particolari come questi – ha aggiunto Luca Fanotto, il sindaco di Lignano Sabbiadoro al quotidiano – bisogna unire le forze e le sinergie. Con Bibione abbiamo una particolare sintonia, certo bisogna ricordare che un limite alla nostra collaborazione nasce dal fatto che ci troviamo in due Regioni diverse che hanno due legislazione diverse. Io vorrei stimolare confronto tra le due località, non solo tra le amministrazioni ma anche tra gli stessi operatori, in un convegno da organizzare nei primi mesi del prossimo anno che metta in circolazione idee e sviluppi nuove sinergie“.

In realtà un tentativo era già stato fatto in primavera per collegare le piste ciclabili di Bibione e di Lignano attraverso un servizio di traghetto sul Tagliamento ma purtroppo a cause di problemi tecnici, il progetto non è andato in porto.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Bibione Thermae

Terme di Bibione, cure per malattie respiratorie e otorinolaringoiatriche

Bibione è nota, non solo per la splendida spiaggia dove ogni anno migliaia di famiglie scelgono di trascorrere le proprie vacanze al mare, ma anche per il centro termale “Bibione Thermae” che si trova in centro alla località, proprio in posizione frontemare.

Dalla sorgente termale che alimenta le terme di Bibione sgorga l’acqua minerale a temperatura di 52°C, che per le sue caratteristiche è stata classificata come acqua ipertermale, medio minerale e alcalina bicarbonato sodica fluorata.

Cure inalatorie alle Terme di Bibione

Cure inalatorie alle Terme di Bibione

Il centro terme di Bibione Spiaggia è particolarmente adatto per i bambini e tutti quelli che soffrono di patologie dovute ad allergie o disturbi respiratori e necessitano di cure inalatorie ed otorinolaringoiatriche per curare l’orecchio, il naso e la faringe.

In particolare per i più piccoli, c’è un reparto pediatrico, dotato di tecnologie avanzate, dove opera del personale medico specializzato.

L’acqua minerale ipertermale alcalina-bicarbonato-sodica-fluorata di Bibione Terme viene utilizzata per la cura delle patologie dell’apparato respiratorio quali rinite, otite, rino-sinusite, faringite, otosalpingite, laringite, sindrome rinosinusitica bronchiale cronica e varie forme di bronchite.

Nel centro termale all’avanguardia si eseguono oltre alle classiche cure inalatorie quali aerosol, inalazioni, irrigazioni nasali, docce nasali micronizzate e nebulizzazioni, le insufflazioni endotimpaniche con acqua termale sulfurea, un trattamento particolarmente indicato in caso di sordità rinogena. Tali terapie sono spesso associate ai trattamenti inalatori con acqua bicarbonato sodica.

Le nebulizzazioni vengono erogate in due differenti locali, uno per adulti ed uno per i bambini, in un ambiente chiuso dove viene immessa una grande quantità di acqua termale sotto forma di innumerevoli goccioline, per permettere di respirare tale “nebbia”, senza l’uso di boccagli o forcelle, che spesso danno fastidio ai più piccoli.

Fra le cure inalatorie fornite nell’impianto c’è anche la ventilazione polmonare, indicata nei casi di broncopatia associata a parziale ostruzione bronchiale, cui spesso si associa la “ginnastica respiratoria“, una serie di manovre eseguite per migliorare la modalità respiratoria del polmone, o il “drenaggio posturale” che favorisce il deflusso delle secrezioni dalle varie aree polmonari, entrambi eseguiti da personale qualificato.

Il complesso termale Bibione Thermae è convenzionato con il S.S.N. (Servizio Sanitario Nazionale) per la cura di varie patologie respiratorie e otorinolaringoiatriche: rinopatie vasomotorie, sinusiti croniche, faringo-laringiti croniche, otiti catarrali croniche e le terapie inalatorie si possono eseguire alle Terme Bibione nel periodo da Marzo a Novembre.

L’indirizzo delle terme è Via delle Colonie, 3 – Bibione (Venezia)

Telefono 0431 441 111

Maggiori informazioni al sito di Terme Bibione: www.bibioneterme.it

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Raccolta differenziata

Ecocentro di Bibione chiuso per lavori

Ecocentro a Bibione

Ecocentro a Bibione

L’Amministrazione Comunale di san Michele al Tagliamento ha recentemente comunicato che a causa di lavori di manutenzione straordinaria per adeguamento dell’impianto, l’ecocentro di Via Parenzo a Bibione, sarà chiuso al pubblico dal 1 Dicembre 2015 fino ad inizio Gennaio 2016.

Dopo tale data e fino a Marzo 2016, mese in cui i lavori saranno completati, la società ASVO SpA garantirà solo il conferimento di erba e ramaglie.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail