Archivio mensileMaggio 2014

Spiaggia di lusso a Jesolo

Apre la prima spiaggia 5 stelle di Jesolo

Spiaggia di lusso a Jesolo

Spiaggia di lusso a Jesolo

In questo post non riferiamo come al solito di Bibione, ma di un’iniziativa della vicina spiaggia veneta di Lido di Jesolo che tende la mano al segmento lusso con l’inaugurazione avvenuta il 25 Aprile 2014 della sua prima spiaggia 5 stelle.

La sua particolarità sarà il grande comfort proposto con un look diverso rispetto alla classica spiaggia veneta caratterizzata da sdraio, lettini e ombrelloni.

Su uno spazio di oltre 30 mila metri quadri di spiaggia situata tra Piazza Marconi e Piazza Milano e gestiti dallo stabilimento balneare Manzoni (lo stesso che gestisce anche la spiaggia “Bau bau beach”, dedicata ai cani ) sono stati posizionati 28 gazebo di ampie dimensioni, con doppia copertura, tendine laterali per la privacy, pavimento in legno o di sabbia, divanetti, poltrona e tavolino, un’area per massaggi rilassanti, wifi libero e ombrelloni automatici che si aprono con il telecomando.

Una parte di questi gazebo sarà usato dai clienti dell’hotel 5 stelle Almar, mentre il rimanente verrà messo a disposizione degli altri turisti e pendolari al prezzo di circa 20 euro al giorno (condivisibile fino a 5 persone).

“La nostra filosofia è offrire nuove emozioni al turista. – ha spiegato il presidente del consorzio, Amorino de Zotti – Se poi, oltre ai gazebo, consideriamo il collegamento gratuito a internet, la spiaggia “Bau bau beach”, le docce calde e gli altri servizi offerti al turista, posiamo tranquillamente affermare di essere all’avanguardia in questo settore”.

La novità si ispira alla Versilia e questa parte di arenile mira a diventare un punto di riferimento per i vip e per i turisti più esigenti.

Un tentativo di attrare i turisti più ricchi provenienti dai mercati internazionali emergenti, come la Russia che ora frequentano altre spiagge d’Italia? Senz’altro un riuscito tentativo di
differenziare l’offerta turistica.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Corruzione

Tenta di corrompere il commandante dei vigili e finisce in manette

Corruzione

Corruzione

Martedì mattina, un cittadino cinese di 37 anni, titolare di un bar a Bibione è stato arrestato dalla Polizia Locale di San Michele al Tagliamento per aver offerto una tangente di 500,00 euro al comandante della stazione dei vigili di San Michele al Tagliamento e Bibione, Andrea Gallo.

Con il “pensierino”, come l’aveva chiamato lui, contenuto in una busta, l’uomo, voleva convincere il dirigente a cambiare il parere negativo alla sua domanda di occupazione di suolo pubblico, ma alla vista del denaro, è stato subito messo agli arresti.

“In questo periodo si parla molto di trasparenza nella pubblica amministrazione – ha dichiarato Andrea Gallo – e aver consegnato alla giustizia un cittadino che ha cercato di corrompere un pubblico funzionario è un segnale importante a tutta la cittadinanza, oltre al fatto che non si è fatto altro che applicare quello che prevede il codice penale”.

“E’ un segnale importante – ha replicato il sindaco di San Michele al Tagliamento, Pasqualino Codognotto – che come pubblica amministrazione abbiamo dato della nostra macchina amministrativa dove correttezza e trasparenza sono valori condivisi su cui puntiamo da sempre”.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Fenicotteri in Valgrande a Bibione

40 mila uccelli acquatici censiti nella laguna di Bibione-Caorle durante l’inverno

Fenicotteri in Valgrande a Bibione

Fenicotteri in Valgrande a Bibione

Da parecchi anni la Provincia di Venezia, con il coordinamento scientifico dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale promuove il censimento invernale degli uccelli acquatici sul proprio territorio e quest’inverno nella laguna fra Caorle e Bibione ne sono stati censiti oltre 40 mila esemplari.
Quelli che hanno registrato il maggior incremento sono stati l’Alzavola ed il Germano reale ma sono stati avvistati anche Fenicotteri, Fistioni turchi, Canapiglie, Morette, Marzaiole, Moriglioni e perfino delle lontre in val Grande.

Commentando la notizia, Pasqualino Codognotto, il sindaco di San Michele al Tagliamento ha dichiarato: “Il censimento è stato effettuato nel mese di gennaio e conferma quanto da tempo si vuole portare all’attenzione pubblica ossia che puntare sull’ambiente e sulla crescita sostenibile porta a risultati straordinari.
Pensare che a qualche centinaio di metri dalle spiagge di Bibione e Caorle esiste e si sviluppa un tale patrimonio faunistico fa davvero piacere, anzi, cosa ancora più importante, si crea e si rinnova nella coscienza collettiva una forte sensibilità verso la natura e quanto essa può ancora offrire all’uomo.
Poter dire ad un nostro cittadino o turista che passeggiando lungo la laguna o nelle immediate vicinanze sarà possibile osservare lo Svasso piccolo o lo Svasso maggiore, il Tuffetto, i Cormorani, il Marangone minore, gli aironi e via via fino alla Folaga e al Gabbiano corallino, ritengo possa essere bello, ma ancora più bello è pensare che le giovani generazioni prendano in mano questa eredità e la conservino gelosamente”.

La laguna veneta di Bibione e Caorle e la sua immensa pineta, descritte da Ernest Hemingway, sono diventate uno luogo frequentato dai fenicotteri, particolarmente esigenti in fatto di qualità dell’ambiente, tanto che a Settembre si contava su una colonia di oltre 1500 esemplari.

Questi dati sono molto importanti e portano la laguna veneta al livello di altre importanti oasi naturalistiche europee come la Camargue o il delta del Danubio creando un valore aggiunto da offrire ai turisti e portando magari in un vicino futuro alla formulazione di pacchetti invernali appositamente studiati per gli amanti del birdwatching.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail