Crisi, potere d’acquisto delle famiglie e vacanze di Natale

Calo potere d'acquisto 2012
Calo potere d’acquisto 2012

Il Codacons (Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dei Consumatori) ha elaborato i dati Istat relativi alla capacità di spesa dei nuclei familiari italiani e ne è uscito, per l’anno in corso, un calo “record” del potere d’acquisto delle famiglie pari al 4%.

Questa perdita della capacità di spesa, sempre secondo tale studio  ha pesato per circa 1.400,00 euro sulle famiglie composte da 3 persone e per oltre 1.500,00 euro su quelle composte da 4 persone.

Con l’attuale congiuntura economica negativa, salari e stipendi rimasti invariati, aumento della pressione fiscale con l’inserimento di nuove tasse ed i rincari delle tariffe e dei prezzi al dettaglio, il risultato non poteva essere diverso.

Con questi presupposti – afferma Carlo Rienzi, Presidente del Codacons – la ripresa per il 2013 sembra tutt’altro che vicina e, al contrario, temiamo che il nuovo anno possa registrare un peggioramento sul fronte dei bilanci familiari, con ripercussioni drammatiche sui consumi e sull’economia nazionale“.

Aspettiamo di vedere le statistiche reali delle vacanze durante le feste, ma secondo un recente sondaggio effettuato dalla Camera di Commercio di Milano sui cittadini italiani, solo 1 su 8  andrà in vacanza per le festività, di questi oltre la metà rimarrà in Italia.

Per le vacanze delle feste si  scelgono in prevalenza mete italiane o capitali europee rimanendo nella tradizione e contenendo i costi. – ha dichiarato il presidente Fiavet Lombardia, Luigi Maderna – Bene il settore del benessere e le settimane bianche“.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *