Stop alla pesca nel nord Adriatico

Fermo Pesca Nord Adriatico
Fermo Pesca Nord Adriatico

Per 43 giorni, dal 16 Luglio 2012 fino al 27 Agosto 2012, per favorire il ripopolamento delle specie ittiche sovrasfruttate, è scattato il fermo pesca nelle acque del Nord Adriatico, da Trieste a Rimini.

Un provvedimento non accolto con favore dagli addetti del settore, ma necessario e obbligato per ridare vitalità a un mare un tempo molto pescoso ed oggi troppo impoverito dall’eccessivo sfruttamento.

Il rischio è quello di andare al ristorante ed “accontentarsi” di pescato straniero o congelato, o proveniente da altre zone d’Italia dove lo stop arriverà più avanti. Da Pesaro a Bari, infatti, l’interruzione dell’attività di pesca sarà dal 6 agosto fino al 17 settembre mentre da Brindisi a Imperia dal 3 settembre al 2 ottobre. Nelle regioni Sardegna e Sicilia l’interruzione è invece disposta con provvedimento regionale.

Nelle dieci settimane successive alla ripresa della pesca, l’attività sarà limitata a tre giorni a settimana.

Secondo Coldiretti ImpresaPesca, i pesci più acquistati dagli italiani sono i mitili (cozze, ecc.) e le orate, con circa il 9 % ognuna dei consumi, seguiti da alici (6,8 %), spigole (6,5 per cento), vongole (4,7 %), polpi, trote, salmoni, naselli e merluzzi e calamari.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *