Archivio mensileAgosto 2011

Lola Ponce

Festival Show 2011 a Bibione

Lola Ponce

Lola Ponce

La 12° edizione del “FESTIVAL SHOW”, la manifestazione estiva itinerante di Radio Birikina e Radio Bella & Monella, farà tappa a Bibione, Giovedì 11 Agosto 2011

A condurre la serata sarà Lola Ponce, nota cantante e attrice argentina.

Si esibiranno DolceNera, gli Zero Assoluto, Paolo Belli, Eva Henger, Giò di Tonno, Francesca Giaccari, Serena Abrami, Nick Simon, Roberto AmadèBlack Roses.

Accanto ai big anche 4 dei 15 nuovi talenti in gara per aggiudicarsi il titolo di vincintore di Festival Show 2001: Bandaddati, Il Peccato di Eva, Monja e Urban Legends.

Tra un’esibizione e l’altra in scena anche i “Summer Crew”, corpo di ballo capitanato dal coreografo e ballerino Etienne Jean Marie.

Il pre-show è affidato a Radio Piterpan.

La serata si svolgerà in Piazzale Zenith ed inzierà alle ore 21. L’ingresso è gratuito.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Vu cumprà in Spiaggia a Bibione

Manifestazione contro i “Vu cumprà” a Bibione

Vu cumprà in Spiaggia a Bibione

Vu cumprà in Spiaggia a Bibione

E’ partita domenica, da Piazzale Zenith a Bibione, l’iniziativa “Illegal no thanks”, voluta dall’amministrazione comunale di San Michele al Tagliamento, che ha riscontrato l’approvazione di tutte le associazioni di categoria, rappresentate dai rispettivi presidenti e direttori, nonché di numerosi turisti ed enti.

Alla manifestazione ha partecipato anche il parroco di Bibione, Don Andrea Vena, indossando anch’egli la t-shirt della manifestazione assieme agli altri partecipanti, il quale ha spiegato che “nell’ambito ecclesiastico si parla molto di carità, ma c’è il rischio di credere che acquistando dagli abusivi sia un atto di carità, che di fatto invece è illegale. Quindi dico no alla carità che non garantisce la giustizia».

“È una nuova idea per sensibilizzare chi acquista dai vu’ comprà – sostiene il sindaco di San Michele, Pasqualino Codognotto – cerchiamo così di lanciare il messaggio ai nostri turisti di non piegarsi all’illegalità”.

A fianco del primo cittadino hanno partecipato l’intera Giunta comunale, e circa un centinaio di “volontari”.

“La tolleranza è arrivata al limite – sostiene l’assessore comunale al commercio, Robertino Driusso – questo è un problema enorme, che segna tutte le località turistiche. Ora mandiamo un segnale forte agli acquirenti, così se non c’è domanda non ci sarà offerta”.

Marco Michielli, vice presidente della Confcommercio del Veneto dichiar che  “è una iniziativa sacrosanta che va ripetuta per bloccare la gang del falsari, sfruttatori della povera gente”.

Naturalmente per tutta la mattinata, non si sono visti venditori abusivi.

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
no smoking beach

Bibione, spiaggia “No Smoking”. E’ partita la sperimentazione.

no smoking beach

no smoking beach

E’ stata approvata dalla Giunta del Comune di San Michele al Tagliamento la creazione sulla spiaggia di Bibione di un’Area test “No smoking” di circa mezzo chilometro, comprendente circa un migliaio di ombrelloni.

L’iniziativa partirà sabato 06.08.2011 con la distribuzione del materiale informativo e l’affissione dei cartelli con lo “Non è un divieto, è un diritto ad avere una spiaggia pulita”.

In spiaggia saranno presenti degli steward che inviteranno le persone a non fumare e raccoglieranno dati statistici per capire il gradimento o meno dell’iniziativa.

Il progetto, anche se a livello sperimentale, è il primo del genere in Italia effettuato in un’area demaniale ed il tutto avverà in maniera molto soft: una faccina “smile”  sarà affissa in spiaggia con il messaggio: “Gentile ospite, in quest’area stiamo testando un’iniziativa per limitare o vietare completamente il fumo in spiaggia. La invitiamo a collaborare e a comunicarci le sue impressioni”.

L’anno scorso, a Marina di Camerota (Salerno), per iniziativa del Touring Club Italiano era stato creato il primo lido “Smoking Free”, ma si trattava di un’area privata.

“Anche a livello europeo – spiega il vicesindaco Gianni Carrer – siamo probabilmente i primi, che ci risulti c’è solo una spiaggia francese che sta facendo un provvedimento analogo”. «Per noi – aggiunge – quest’azione, che al momento non prevede sanzioni, si inserisce in un progetto più ampio, quello di una città “a emissione zero”.”

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail